Katy Perry Ghd: lei sì che i fumetti li ama, li vive e li …indossa!



La nostra Katy Perry, adorabile quanto brava come cantante, si può dire che se ne inventi una dopo l’altra, riuscendo sempre a sorprenderci, a colpirci alla vista e nel nostro immaginario con una fantasia e un’originalità mica da ridere! Simpatica, intelligente, irriverente, dolce così come aggressiva e, soprattutto, spontanea è una delle star della musica che meglio riesce nel “trasformismo”. Non parlo delle metamorfosi esagerate (per quanto ammirate dai fan) che sfoggia Lady Gaga, intendiamoci. Mi riferisco alla capacità di Katy di immedesimarsi (anche solo per la durata di un video o per un pomeriggio di scatti fotografici per una campagna pubblicitaria o ancora per uno spettacolo e un concerto) in personaggi che tendenzialmente sono “buffi” o teneri o dark o gothic o fiabeschi e che in comune hanno uno stile “cartoonistico”. Giocando quindi con il viso e il corpo che Madre Natura le ha dato, puntando sulla pelle chiara e tingendosi i capelli di nero (tenendo presente che lei è bionda), la Perry riesce a sfoggiare (per sua volontà o su richiesta lavorativa) dei look che lasciano il segno, entusiasmando coloro che la adorano e facendo sorridere positivamente tutti gli altri, risultando così apprezzabile (quasi) a chiunque, per non parlare degli estimatori della nona arte che la vedono da sempre perfetta nell’interpretare dei caratteri estrapolati qua e là dal mondo dei comics. Basta ad esempio ricordare il fantastico (e striminzito) abito in cui si è strizzata alla Premiere del film I Puffi, in cui la dolce e bionda Puffetta riporta in originale la sua voce. I flash dei fotografi, insieme a quelli dei fan, si sono sbizzarriti a riprenderla a ogni passo, a ogni sguardo e a ogni smorfia sorridente, allucinati dalla sua bellezza e dal fatto che non tutte avrebbero potuto permettersi una mise del genere e tanto meno sfoggiarla con la sbarazzina eleganza che solo la cantante in questione possiede.

A sto giro, giusto perchè stare per troppo tempo nei propri panni la annoia, Katy ha pensato bene (soldi a parte) di accettare di divenire la protagonista della nuova campagna pubblicitaria per il brand Ghd, il quale (per chi fra voi non lo sapesse) produce le rinomate piastre che sono praticamente al top nella classifica delle patite-dipendenti dell’hair stiliyst. Il nuovo modello, Scarlet (in edizione limitata), ha quindi puntato sulla bella cantante un po’ “fumettiana” che (poveriiiiina…!) ha dovuto lasciarsi invadere dallo charme elegante e raffinato degli anni Venti, ricordando in qualche posa e in qualche abito una perfetta diva del burlesque (dove per altro la vedrei benissimo!) e in altre un vera professionista del cinema muto, senza dimenticarci riferimenti immaginari alla strega cattiva di Biancaneve (con tanto di mela in mano)…

Insomma, una Jessica Rabbit mancata, una Betty Boop moderna e, forse (ma per ora sono ancora solo voci) una Marilyn Monroe in quel di Broadway… Devo forse aggiungere altro o le immagini parlano chiaro?