Moebius Fumetti Immagini: ricordiamo un grande disegnatore scomparso!



“Il principio di Moebius, più che di Jean Giraud, è di lasciare andare le briglie, di restituire l’ instabilità profonda tipica delle metamorfosi. Quando sono nella pelle di Moebius, disegno in stato di trance, cerco di sfuggire a me stesso”.Il grande disegnatore francese (il più grande) era già malato da tempo, ma sperava ancora di farcela, di vivere ancora per tanto altro tempo. Invece è morto pochi giorni fa, a 73 anni di età. Era maggiormente noto con lo pseudonimo Moebius, il suo vero nome era Jean Jiraud ma era sempre alle prese con diverse incarnazioni artistiche;

partendo da Gir, pseudonimo creò Blueberry, a Moebius (nome scelto in onore al matematico tedesco Mobius) e che divenne il suo più autentico alter ego visionario. Artista e personalità multiforme quindi, cresciuto nella periferia di Parigi con l’aiuto dei nonni, dopo che la madre lo aveva lasciato a loro per andare a vivere in Messico, paese che per lo stesso Jiraud segnò un luogo ed un momento di iniziazione ad alcune conoscenze e percezioni di ordine paranormale che lo avrebbero segnato ed accompagnato per tutta la vita (fino al suo interesse per le civiltà extraterrestri negli anni ’70).

Suo motto era “Lasciare andare le briglie” e la creatività artistica si accompagnava ad una intensa ricerca interiore. Compagno di “scorribande psichedeliche” di Alejandro Jodorowsky e capace di creare l’Alien di Ridley Scott, Jean Jiraud ha ottenuto moltissimi successi ufficiali in vita, compresa una tra le più alte cariche della repubblica francese. Un artista commemorato con questo epitaffio da Benoit Mouchart, direttore del grande Festival del Fumetto di Angloume: “Moebius resterà nella storia del disegno, come Dürer o Ingres”.