Rat-Man fumetto: in edicola il n. 85



Ce ne ha messo di tempo per uscire il numero 85 di Rat-Man. Doveva arrivare nelle edicole a Luglio, ma si è lasciato desiderare, facendo sospirare i fans fino ad oggi, 4 Agosto. Il titolo di questo albo è Battaglia a Gerusalemme, e sempre rimanendo in tema di blasfemie il sito della Panini lo presenta così: Buona Pasqua a tutti! Sì, sì, questo numero esce a Luglio, ma quando si lavora rinchiusi in una stanza come Leo Ortolani si perde la nozione del tempo. È tempo, invece, che i Sacrificabili scortino Gesù verso il suo destino. Tutta Gerusalemme cercherà di fermarli. Avete letto bene, e sarà questa la conclusione di una storia dal cristianesimo incerto, perché la fede è un dono, mentre a me hanno regalato una cravatta. Che non porto mai. Una storia che lascerà spazio a tante domande, tipo: “Se mi volto e resto di sale, poi ho una sete terribile?”. Nelle migliori edicole, tranne che in quelle del Vaticano.”

Ah! Rat-Man, quest’uomo/topo tanto impavido quanto sfigato, chi sarà mai? I vero nome di Rat-Man è Deboroh La Roccia, un personaggio dei fumetti creato da Leo Ortolani nel 1989 e pubblicato per la prima volta su Spot, un supplemento dell’Eternauta. Rat-Man non ha nessuna vera abilità, trattandosi di un antieroe, goffo e maldestro. In alcuni numeri appare una versione di sé gigante e fortissima e diventa Il Rat-Man, appellativo nato dalle voci su di lui. Sembra che sia in grado di sentire le voci delle persone che chiedono aiuto. Il suo urlo prima della battaglia è “fletto i muscoli e sono nel vuoto!”, ma ogni volta che è nel vuoto non si sa mai come va a finire. Dal 20 novembre 2006 all’8 dicembre 2006 sono andati in onda su Rai 2 i primi 14 episodi del cartone di Rat-Man in fascia pomeridiana. La serie, realizzata da Stranemani e Rai Fiction, conta in totale 52 episodi da 13 minuti ciascuno.

Il padre di Rat-Man è Leo Ortolani, meglio noto come Leo, è un fumettista e geologo italiano, appassionato di fumetti americani e crea Rat-Man proprio come esempio dell’antieroe tanto paventato dai colleghi di oltreoceano. Grazie a questo personaggio ha vinto decine di premi che lo hanno reso famoso in tutta Italia. Riguardo l’uscita del cartone animato Ortolani non era entusiasta, anzi, ha manifestato il suo disappunto sempre attraverso la sua sottile e tagliente ironia.

Sono poche le persone che non conoscono Rat-Man, ma se siete tra quelle, beh, provate almeno a dargli uno sguardo. Non ve ne pentirete!