Shingo Araki Morto: addio al character designer di Goldrake e Lady Oscar

A questa notizia non si può certo rimanere indifferenti… Chiunque di noi amanti dei manga e degli anime ha avuto (anche solo di sfuggita) la possibilità di leggere e di guardare i fumetti e i cartoni animati di Lady Oscar, Goldrake, I Cavalieri dello Zodiaco, Davilman, Lupin III, Kiss Me Licia e di tanti altri personaggi mitici (se mancano al vostro appello, vergognatevi!) non può non rimanere affranto sapendo che il loro character designer, Shingo Araki, è morto, precisamente mercoledì 30 novembre 2011 all’età di 72 anni.

Un brutto colpo, lo so, specie per le intere generazioni che sono cresciute passando l’infanzia e la giovinezza a sognare a occhi aperti in compagnia dei personaggi tratteggiati dal suo incredibile talento, da un uomo che oltre a essere fumettista era anche un animatore e un produttore cinematografico. Quelli realizzati da lui sono alcuni fra i cartoni animati giapponesi più amati e conosciuti degli anni Ottanta e ancora risuona l’eco del grido di tristezza e nostalgia da parte dei fan più sfegatati, lanciato in seguito alla sua decisione di ritirarsi dalle scene nel 2008.

httpv://www.youtube.com/watch?v=8wSZ3WbcwQ4

httpv://www.youtube.com/watch?v=yVtPJoeQ85U

httpv://www.youtube.com/watch?v=4WHeC5ZxTis&feature=related

httpv://www.youtube.com/watch?v=0Di4EoH4edk&feature=related

httpv://www.youtube.com/watch?v=kwXBe5q3rr8

httpv://www.youtube.com/watch?v=CHtRxQB4U0w

Bisogna ammettere (perchè magari qualcuno non lo sa) che alcuni personaggi erano già noti, prima di passare sotto le sue abili dita, ma l’intuito, la creatività, il talento e in generale il genio di Araki hanno fatto sì che si trasformassero in veri e propri miti. E’ tutto suo il merito di aver studiato a fondo determinate figure, già create da altri, per poi arrivare a caratterizzarle graficamente nell’animazione, rendendole così immortali nell’immaginario collettivo di bambini, ragazzi e… sì, anche adulti (alzi la mano chi fra voi non si guarda più le repliche dei suoi cartoni preferiti… ecco, bravi, tutti fermi e zitti!). Se ad esempio Goldrake è nato da Go Nagai come Davilman, Lady Oscar da Riyoko Ikeda e Kiss Me Licia da Kaoru Tada, una volta che dal manga sono stati “animati” e “promossi” in tv, è lì che è entrato in scena il nostro Shingo, il quale ha donato loro corpo e vita!

Il primo passo verso l’animazione Araki l’ha compiuto nel 1965 con l’adorabile Kimba Il Leone Bianco, sebbene la notorietà vera arrivò più tardi, dal ’70 in poi, quando iniziò a essere riconosciuto come uno dei migliori character designer dallo stile a dir poco inconfondibile. E in effetti le serie animate per cui lo chiamarono, affidandole alla sua mirabile “mano”, sono numerosissime e, oltre quelle che ho già nominato, vale la pena ricordare Memole Dolce Memole, Bia E La Sfida Della Magia, Ryu Ragazzo Delle Caverne, La Principessa Zaffiro, Rocky Joe, Occhi Di Gatto e L’Ispettore Gadget.

httpv://www.youtube.com/watch?v=oxmHVQycmwc

Una perla rara che, purtroppo, ci ha abbandonato, “sciogliendosi” nel mare della vita che l’ha trascinata via, lasciandoci però la sua impronta… una scia luminosa di creazioni che mai perderemo e dimenticheremo…

 

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica